Sull'acquisizione della virtù

La virtù si acquisisce solo applicandosi costantemente, ogni giorno, un po' alla volta. Nessuno parte per una spedizione sull'Himalaya prima di aver iniziato la propria carriera escursionistica su un sentiero molto meno faticoso. Bisogna costruire gradualmente muscolo su muscolo, iniziando con poco e lavorando nel tempo per ottenere maggiori risultati.

La stessa regola vale per le virtù. Se è vero che ogni persona ha una virtù che le viene più facile di altre, come una virtù naturale, se non ci impegniamo costantemente a viverla in ogni situazione in cui può essere applicata, possiamo perdere questa predisposizione verso quella determinata virtù. Se questo è il caso della nostra cosiddetta "virtù naturale", lo è ancora di più per qualsiasi altra virtù su cui stiamo cercando di lavorare.

Dobbiamo essere attenti ai momenti in cui si presentano piccole opportunità per praticare la virtù. Se le perdiamo, perdiamo l'opportunità di diventare più forti. A volte le persone sognano o immaginano che se si trovassero in uno scenario di vita o di morte, a dover salvare la vita di qualcun altro piuttosto che la propria, sarebbero in grado di rispondere in modo eroico e coraggioso. Un bel sogno, vero? In realtà, se non hai fatto dei piccoli passi ogni giorno per anteporre i gusti, i desideri e le volontà degli altri (purché siano buoni) ai tuoi, allora non sarai mai in grado di reagire in situazioni più drastiche. Il grande tipo di risposte virtuose con cui tutti vogliamo reagire implica una lotta quotidiana.